(1715 - 6 dicembre 1769) 

Egli fu un compositore inglese. Nacque a Market Drayton, Shropshire. Studiò a Manchester ed poi presso  San John, Cambridge, dove si laureò B.A. nel 1738 e M. A. nel 1745.

Musica di William Felton

1 - Menuet (esegue Il Principe del Cembalo)

2 - Lesson n. 5 Allegro (esegue Il Principe del Cembalo)

3 - Adagio and Allegro  (esegue Gastone d'Orleans)

4 - Lesson n. 9 (esegue Orlando Bass)

5 - Lesson n. 16 (esegue Orlando Bass)

Qui presentiamo un Minuetto di William Felton, in prima assoluta

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Esecuzione Live su cembalo solo de

Il Principe del Cembalo

Presentiamo il brano di William Felton con l'accompagnamento di una deliziosa immagine di un PITTORE DEL XVIII SECOLO 

Ritratto di dama nelle vesti d'allegoria della musica - Olio su tela, cm 84X72

Elegantissimo questo ritratto, che descrive una giovane donna alata con un violino. La datazione suggerita dagli elementi di stile è prettamente neoclassica e il carattere culturale oltre che arcadico indirizza la ricerca attributiva all'area nordica, verosimilmente austriaca o tedesca e plausibilmente influenzata dalle prove di AngeliKa Kauffman. L'importanza metaforica dell'immagine, risiede nell'insita duplicità, in quanto ritratto e al contempo allegoria della musica, espressa con aulica eleganza e tenui colori pastello. Indubbia, come prima accennato, è la suggestione letteraria e teatrale, ed è curioso come il volto dell'effigiata somigli a quello di Maria Antonia di Baviera figlia dell'imperatore ed Elettore Carlo VII, conosciuta nel suo circolo arcadico come Ermelinda Talea Pastorella Arcade e nota quale valente musicista, esibendosi a corte interpretando le opere da lei scritte. Qui altre notizie dal sito gemello haendel.it

Fu vicario-corale nel coro di Hereford nel 1741, custode del vicario-corale nel 1769, e cappellano a servizio della Principessa Dowager del Galles (Augusta of Saxe-Gotha).
In un periodo durante il quale, secondo Charles Burney, i suonatori di cembalo avevano poca scelta di buona musica, molti dei tre set da sei concerti per organo o clavicembalo di Felton e delle sue otto suite di facile esecuzione, divennero  "l'orgoglio di ogni principiante in città ed in campagna!".

La gavotte di Felton, raggiunse una vasta popolarità; Egli fu introdotto nell'opera di Vincenzo Ciampi (qui un brano in prima assoluta in tempi moderni)  “BERTOLDO" nel 1762, anche se "era troppo comune e volgare per un pubblico d' opera". I suoi concerti prendevano come modello quelli di Handel, che da dilettante ammirava molto.

Si presenta non di meno un'altra prima assoluta mondiale in tempi moderni: dalla

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Esecuzione live al cembalo

In prima assoluta

Principe del Cembalo, grazie!

 

Burney riferisce che una volta arrivò a chiedere ad Handel, mentre egli si trovava dal barbiere, il permesso di menzionarlo nell'elenco degli abbonati al Secondo Set di Felton.
Handel andò su tutte le furie, e, con la faccia ancora avvampata, gli urlò contro con grande veemenza tanto che, scuro in viso, colui che aveva avuto la sfrontatezza di aver chiesto questa richiesta in sostanza modesta, fuggì alla presenza di Handel.

Qui ancora su Felton ed Handel da haendel.it.
In nessun documento, infatti, appaiono dai brani del compositore Felton, ma, oltre ad aver scritto per cembalo ed altri strumenti, sui quali era specializzato, si dice abbia composto il famoso Glee (una composizione vocale per tre o più voci maschili non accompagnate, comprensive di controtenore), oltre al scrivere per l'arpicordo e per altri strumenti sui cui lui brillava come specialista. Fu assistente al festival dei tre cori di Hereford nel 1744, e di Gloucester nel 1745. 
Felton morì il 6 dicembre 1769, e fu seppellito nella Cattedrale di Hereford. 


A cura di

Lo staff di Handelforever

Torna alla Home

Vai a GFHbaroque.it

Torna alla Home di Versailles

Vai a Versailles en clavecin

Vai a Haendel.it